Pompe acqua e olio ‘elettriche’ con il progetto Minidiscovery

Il futuro degli azionamenti di pompe acqua e pompe olio per le automobili di serie? Sarà elettrico.

E’ quanto è scaturito da Minidiscovery, uno degli 8 progetti di ricerca attivati dal Polo Automotive nell’ambito delle attività Por Fesr 2007-13 della Regione Abruzzo (QUI il post sulla presentazione dei progetti).

Per farci raccontare gli importanti risultati a cui è arrivato il progetto, abbiamo intervistato Giuseppe Ranalli, ad di Tecnomatic (azienda capofila di Minidiscovery), nonché presidente del Polo Automotive.

Giuseppe Ranalli

Breve presentazione azienda
La Tecnomatic S.p.A è un gruppo industriale che progetta e produce linee automatiche d’assemblaggio e test per la produzione di componentistica e motori, macchine speciali robotizzate, Manufacturing execution system, sistemi di visione artificiale, supervisori per tracciabilità prodotto/processo, linee e macchine speciali per avvolgimenti statorici e rotorici di motori elettrici; in una parola meccatronica di processo nel segmento alto dell’automazione di processo altamente innovativa.
Negli ultimi 5 anni la Tecnomatic ha depositato ed ottenuto oltre 23 Brevetti internazionali nel settore dei motori elettrici innovativi per utilizzo in diversi settori quali: Automotive, sia nel power train primario che secondario; Movimento terra e macchine industriali per l’agricoltura; Applicazioni industriali; aeronautico/aerospace.
Totale dipendenti del gruppo: 263.
 
 
La sua azienda è stata coinvolta come capofila di MINI DISCOVERY, uno degli otto progetti di ricerca conclusi nell’ambito del Por Fesr 2007-2013 della Regione Abruzzo. Può spiegarci in breve cosa sono questi progetti??
Si tratta di otto progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale che hanno risposto all’Avviso Pubblico POR FESR 2007-13 ATTIVITÀ I.1.1 “SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E DI SVILUPPO SPERIMENTALE per imprese aggregate in Poli di Innovazione”.
Ogni progetto prevede la partecipazione di più partner; nella scelta dei progetti, grande attenzione è stata dedicata alla ricaduta e l’impatto potenziale sulla filiera e sul fatturato del prodotto/processo interessato dal progetto. E’ stato anche considerato l’impatto sull’occupazione, sia in termini di mantenimento di quella esistente che di quella nuova, derivante da nuovi prodotti/processi che possono scaturire dal progetto.
 
 
Quali sono gli obiettivi specifici di questo progetto di ricerca?
Minidiscovery – che è un acronimo che sta per Modular innovative electric drive of discovery project – è stato sviluppato per progettare due azionamenti elettrici innovativi, completi di motore elettrico e di unità elettronica di comando/controllo/potenza, per azionare la Pompa Acqua (PA) e la Pompa Olio (PO) di motori a combustione per automobili di serie (MA).

 
Con quali partner avete collaborato?
Il progetto nasce dalla collaborazione di Tecnomatic, azienda capofila, con altre tre realtà: Vga, Novatec e Università dell’Aquila, ognuna delle quali si è occupata di un aspetto specifico.
Tecnomatic, oltre ad occuparsi del coordinamento dei partner, ha gestito la progettazione meccanica e la realizzazione prototipale. Vga, invece, ha sviluppato la piattaforma elettronica per l’unità di comando/controllo/potenza, mentre Novatec ha seguito la progettazione dei sottosistemi meccanici ed integrazione del sistema di azionamento elettrico. L’Università dell’Aquila, infine, ha progettato il motore elettrico ed effettuato i test di validazione.

 
Quali sono state le principali attività realizzate?
La primissima fase ha riguardato l’analisi preliminare e la scelta della tipologia di motore per pompa acqua e pompa olio. Quindi abbiamo proseguito con la progettazione di statore ed esecutivi rotore, oltre che delle attrezzature per l’avvolgimento dello statore. Abbiamo acquistato i materiali e costruito le attrezzature per realizzare il proto e montato i componenti per l’assemblaggio del motore. Infine, abbiamo progettato, realizzato e montato l’unità di comando/controllo/potenza ed effettuato tutti i test e le verifiche necessarie a convalidare il progetto.
 
 
Quali sono stati i principali risultati e le ricadute?
Oltre ad evidenziare gli innegabili vantaggi che l’uso dell’elettrico comporta, direi che un aspetto sicuramente da sottolineare è che l’innovazione apportata dal progetto è applicabile a tutte le nuove pompe acqua/olio del settore automotive delle attuali macchine in produzione.
In particolare, il progetto è funzionale nelle nuove versioni start stop/ hybrid (tutti i tipi) / full electric, dove l’applicazione delle pompe elettriche è necessaria essendo previsto lo spegnimento del motore a combustione interna o la sua assenza e la necessità del funzionamento delle pompe come di altre utenze che dovranno essere svincolate dal motore a combustione interna.
Rispetto ai risultati specifici, si possono mettere in evidenza i seguenti aspetti:

  • l’utilizzazione dello stesso statore avvolto sia per la pompa olio (PO) che per la pompa acqua (PA);
  • l’utilizzazione della stessa unità di comando/controllo/potenza sia per la pompa olio (PO) che per la pompa acqua (PA), che richiede solo modifiche software;
  • l’ampliamento della possibilità di regolazione dell’azionamento, che rende utilizzabile il sistema (motore e driver) per altre ulteriori applicazioni;
  • il contenimento dei costi di produzione dei due azionamenti elettrici per unico impianto produttivo per statore e unità di comando/controllo e potenza;
  • la semplificazione della meccanica, eliminando la cinghia di trasmissione tra albero motore e pompa come nelle configurazioni non ibride/elettriche attuali.

 

Adesso che il progetto di ricerca è concluso, quali potranno essere prospettive e applicazioni della tecnologia sviluppata?

Stiamo già dialogando con il gruppo tedesco KSPG ed il colosso Giapponese MIKUNI, entrambi produttori di pompe olio e pompe acqua interessati alla nostra tecnologia di pompa olio-acqua elettrica messa a punto con il progetto Minidiscovery.

 

INTERVENTO RETE8 ECONOMY 16-02-15

 

 

-> PRESENTAZIONE MINIDISCOVERY

 

SCHEDA MINI DISCOVERY_BR

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>