Il ruolo delle imprese e i progetti di ricerca: Tecnomatic

Torna questa settimana la rubrica “Imprese & Ricerca”, dove intervistiamo i rappresentanti delle aziende protagoniste dei progetti di ricerca del Polo Innovazione Automotive. Il nostro obiettivo è duplice: far conoscere le imprese e il loro focus produttivo e spiegare come esse operano all’interno dei progetti di ricerca che vedono impegnati gli aderenti al Polo per sviluppare le innovazioni di processi e prodotti, che rappresentano la nostra mission. 

Questa settimana abbiamo intervistato Giuseppe Ranalli, amministratore delegato della Tecnomatic, Gruppo industriale internazionale che progetta e realizza processi di automazione ad alto contenuto tecnologico per le multinazionali operanti nel settore Automotive.

Giuseppe Ranalli, amministratore delegato della Tecnomatic

Giuseppe Ranalli, amministratore delegato della Tecnomatic

1)   Di cosa si occupa la TECNOMATIC?  Può indicarci un po’ di dati?

La Tecnomatic S.p.A è un gruppo industriale che progetta e produce linee automatiche d’assemblaggio e test per la produzione di componestica e motori, macchine speciali robottizzate, Manufacturing execution sistem, sitemi di visione artificiale, supervisori per tracciabilità prodotto/processo, linee e macchine speciali per avvolgimenti statorici e rotorici di motori elettrici; in una parola meccatronica di processo nel segmento alto dell’automazione di processo altamente innovativa.

Principali Clienti: ABB, BOSCH, VALEO, FERRARI, CONTINENTAL, PIERBURG PUMP TECHNOLOGIES, KOLBENSMIDT PIERBURG, VM MOTORI, FORD MOTOR COMPANY, MAGNA, HONEYWELL GARRETT TURBO TECHNOLOGIES, DELPHI, GENERAL MOTORS, DONG FENG, SHANGHAI AEROSPACE, SAIC, TRW, BONFIGLIOLI GROUP, KIEKERT A.G, HONDA USA, VOLKSWAGEN, SIEMENS, BLACK & DECKER, ECC.

Inoltre negli ultimi 5 anni la Tecnomatic ha depositato ed ottenuto oltre 23 Brevetti internazionali nel settore dei motori elettrici innovativi per utilizzo in diversi settori quali: Automotive sia nel power train primario che secondario; Movimento terra e macchine industriali per l’aricoltura; Applicazioni industriali; aeronautico /aerospace.

Alcuni dati: 

Tecnomatic S.p.A: Fatturato 2012; 26,2 milioni di euro; Utile ante imposte 0,8 milioni; Utile netto 0,4 milioni; Forecast Fatturato 2013 28 milioni. Numero dipendenti 100. R&D  interamente Spesata nell’esercizio senza capitalizzazioni 1,1 Milioni di Euro nel 2012.

Tecnomatic Hyperion Shanghai Cina, Fatturato 2012: 11 milioni utile ante imposte; 1,6 milioni di euro utile netto; 1,34 Milioni Forecast Fatturato  2013, 15 Milioni. Numero dipendenti  148.

Inoltre la Tecnomatic ha service diretti con ingegneri meccatronici nei seguenti paesi: Mexico 3 Ing, Usa 3 Ing, Slovacchia 3 Ing., Romania 3Ing, India 3 Ing

La Tecnomatic S.p.A nel 2006 è stata promotrice della costituzione dello spin off universitario Novatec S.r.L  di cui è tutt’ora socia e principale committente per progettazione e R&D

Totale dipendenti del gruppo 263

tecnomatic2)   Quali sono i mercati a cui si rivolge?

Nel 2011 e nel 2012 abbiamo esportato il 98% della nostra tecnologia, i paesi ricorrenti sono: Germania, Slovacchia, Romania, India, Cina, Corea del sud, Mexico; Usa, Brasile, Giappone,

3)   Qual è il Suo ruolo all’interno dell’azienda?

Azionista di maggioranza (54%) Presidente del CdA ed Amministratore delegato (CEO)

4)   Quali sono le vostre strategie aziendali, in particolare per l’innovazione?

Investimento in capitale umano per R&D continua e formazione continua

5) Quali gli strumenti, per esempio rispetto a ricerca e sviluppo, adeguamento competenze?

Anche,  ma prevaletemente investiment in ricercatori.

6)   Da quanto tempo siete partner del Polo Innovazione Automotive? Per quale motivo avete deciso di aderire?

Abbiamo aderito e promosso dall’inizio il Polo. Credo nell’aggregazione e nelle reti d’impresa come strumento e metodo privilegiato per affrontare le sfide presenti e future.

7)  Qual è, secondo lei, il punto di forza del Polo Automotive d’Abruzzo? 

La motivazione, la filiera integrata per sviluppare e  fornire architetture di sistema chiavi in mano, la chiarezza strategica di posizionamento sul mercato (veicolo commerciale leggero a 360 gradi con tutte le tecnologie innovative da  sviluppare), l’apertura al mondo intero come visione presente e futura. In sintesi, un mondo che dialoga, scopre e collabora con altri mondi.

tecn8)   La TECNOMATIC è capofila del progetto MINIDISCOVERY. Di cosa si tratta e a che stadio è? Come si svolge il lavoro all’interno del progetto di ricerca? Quali sono le partnership e collaborazioni attivate?

Il progetto è proposto da tre imprese appartenenti al sistema della Meccanica (Tecnomatic, VGA, Novatec) e dall’Università degli Studi dell’Aquila – Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione (DIEI).

L’obiettivo del progetto è lo sviluppo di due azionamenti elettrici innovativi, completi di motore elettrico e di unità elettronica di comando/controllo/potenza, per azionare la Pompa Acqua (PA) e la Pompa Olio (PO) di Motori a combustione per Automobili di serie (MA). L’innovazione risiede sia nello statore, con avvolgimento a piattina e con differenze minime o nulle tra PA e PO, sia nell’unità di comando/controllo/potenza, per imporre dei profili coppia/velocità più vicini alle esigenze del MA, ottimizzando le prestazioni dell’azionamento elettrico in modo semplice ed economico.

Il progetto, della durata di 2 anni, presenta diversi profili innovativi in termini di:

  • tecnologia, per l’uso della piattina di rame nello statore che consente di avere un motore elettrico a minore ingombro e più leggero e per la riduzione dei consumi, grazie ad una gestione ottimale dell’azionamento per la PA e per la PO ed al minore peso, a parità di potenza fornita dall’azionamento;
  • nell’ampliamento della possibilità di regolazione dei due motori;
  • nel contenimento dei costi di produzione dei due azionamenti elettrici per la possibilità di produrre sia i motori per PA che per PO con uno stesso impianto produttivo, sia per l’utilizzazione della stessa unità di comando/controllo/potenza.

tecnomatic9)   Quali possono essere le applicazioni future di questo progetto di ricerca?

L’obiettivo generale del programma è di sviluppare una innovazione di prodotto. Questo progetto metterà in condizione Tecnomatic, l’azienda leader del consorzio di imprese partecipanti, di vendere sul mercato sia il progetto dei due prodotti innovativi, con eventuali customizzazioni sulla base delle esigenze del cliente ed avvalendosi del Know-how acquisito dal RTI, sia la linea di assemblaggio di questi prodotti ad alta automazione, che rientra nel proprio know-how aziendale.

10)      Quali progetti di trasferimento tecnologico avete avviato con il Polo?

Nel corso del 2013 con il Polo è stato avviato un progetto di trasferimento tecnologico che mira ad approfondire l’applicazione della tecnologia laser per il processo di realizzazione dello statore. Questa applicazione potrebbe portare notevoli risparmi in termini di tempo e di costo, sia direttamente legati ai risparmi di tempo che per risparmi dovuti alle innovazione apportate al processo in sé.

 

La scheda del progetto Minidiscovery

La scheda del progetto Minidiscovery

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>